ASSOCIAZIONE NAZIONALE

  PARACADUTISTI D'ITALIA

FERMA PREFISSATA INIZIALE (VFI): PUBBLICATO IL BANDO IL 25.01.2023

Per entrare nei paracadutisti, puoi iniziare da qui!

Termini per la presentazione delle domande:

1° Blocco: dal 26 gennaio al 24 febbraio 2023, estremi compresi;

2° Blocco: dal 12 aprile 2023 all’11 maggio 2023, estremi compresi;

3° Blocco: dal 22 giugno 2023 al 21 luglio 2023, estremi compresi;

Attenzione: verificare sempre il bando e gli avvisi aggiornati su:
https://concorsi.difesa.it/default.aspx.

Folgore!

 

LINK DI INTERESSE:

https://www.esercito.difesa.it/concorsi-e-arruolamenti/volontari/VFI/Pagine/Diventare-VFI.aspx

https://www.esercito.difesa.it/concorsi-e-arruolamenti/volontari/VFI/

https://concorsi.difesa.it/ei/VFI/2023/Pagine/home.aspx

https://concorsi.difesa.it/ei/VFI/2023/Documents/BANDO%20VFI%20EI%202023.pdf

ALTRI ARTICOLI SULL’ARGOMENTO:

https://assopar.it/2023/01/22/ferma-prefissata-iniziale-vfi-a-breve-la-pubblicazione-del-bando/

NOTIZIE DALLE SEZIONI #9 – SEZ. LODI

Festeggiati i 10 anni della Sezione di Lodi!

Il 15 gennaio si è tenuta nei locali del comune di San Martino in Strada, grazie alla gentilezza e disponibilità del Sindaco, la celebrazione dei 10 anni della costituzione della Sezione di Lodi dell’ Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia, volutamente scelti esattamente come 10 anni fa.

La storia della sezione di Lodi affonda le sue radici già negli anni sessanta allora denominato ‘Nucleo’.

Da una serie di coincidenze si conosce un reduce di El Alamein, il Tenente paracadutista Edoardo Ermanno Boffi, al tempo della Battaglia in forza all’Ottavo Reggimento guastatori, divenuto, per un piccolo gruppo di paracadutisti l’ispiratore della fondazione della Sezione che con il suo famoso ‘non disperdetevi’ ha dato il via alla costituzione dell’attuale Sezione.

Il nostro Labaro è l’unione degli anni passati e più recenti, per questo porta i nomi del tenente Boffi e di Rossi allora giovane paracadutista deceduto in un incidente.

La sezione di Lodi vanta la presenza di un gruppo di paracadutisti in congedo molto unito dove si percepisce un grande senso di appartenenza e sensibilità ai problemi del sociale aiutando con donazioni chi si trova in situazioni difficili.

Il Presidente di Sezione
par. Luciano Vailati

 

 

ALTRE NOTIZIE DALLE SEZIONI

#0008 – 05/01/2023 – SEZ. TRADATE
https://assopar.it/2023/01/05/notizie-dalle-sezioni-8-sez-tradate/

#0007 – 22/12/2022 – SEZ. BERICA – NUCLEO ARCUGNANO
https://assopar.it/2022/12/22/notizie-dalle-sezioni-7-sez-berica-nucleo-arcugnano/

#0006 – 21/12/2022 – SEZ. MANTOVA
https://assopar.it/2022/12/21/notizie-dalle-sezioni-6-sez-mantova/

#0005 – 17/12/2022 – SEZ. VALLECAMONICA
https://assopar.it/2022/12/17/notizie-dalle-sezioni-5-sez-vallecamonica/

#0004 – 17/12/2022 – SEZ. REGGIO CALABRIA
https://assopar.it/2022/12/17/notizie-dalle-sezioni-4-sez-reggio-calabria/

#0003 – 17/12/2022 – SEZ. BASSANO DEL GRAPPA
https://assopar.it/2022/12/17/notizie-dalle-sezioni-3-sez-bassano-del-grappa/

#0002 – 17/12/2022 – SEZ. VENEZIA
https://assopar.it/2022/12/17/notizie-dalle-sezioni-2-sez-venezia/

#0001 – 14/12/2022 – SEZ. LODI
https://assopar.it/2022/12/14/notizie-dalle-sezioni-1-sez-lodi/

 

FERMA PREFISSATA INIZIALE (VFI): A BREVE LA PUBBLICAZIONE DEL BANDO

Al via la nuova forma di reclutamento che sostituisce VFP1 e VFP4.

E’ imminente la pubblicazione del bando di arruolamento per i Volontari in Ferma Prefissata Iniziale (VFI), che andranno a sostituire i VFP1.

La ferma iniziale sarà quindi di tre anni e non più di un anno.

La legge n.119/2022 ha infatti modificato il Decreto Legislativo n.66/2010 (Codice dell’ordinamento militare), prevedendo un nuovo schema per le carriere iniziali dei militari di truppa.

In particolare, con l’intervento legislativo è stato introdotto l’art. 696-bis del D. Lgs n.66/2010, recante <<Denominazione e durata delle ferme>>, il quale prevede che <<1. I volontari in ferma prefissata si distinguono in: a) volontari in ferma prefissata iniziale;  b) volontari in ferma prefissata triennale. 2. Ciascuna delle ferme di cui al comma 1 ha durata pari a tre anni. 3. La durata delle ferme di cui al comma 2 può essere prolungata, con il consenso degli interessati, per il tempo strettamente necessario al completamento, rispettivamente, dell’iter concorsuale di coloro che hanno presentato domanda per il reclutamento come volontari in ferma triennale ovvero delle procedure per il transito nei ruoli dei volontari in servizio permanente ai sensi dell’articolo 704>>.

In base al nuovo art.700 del D.Lgs 66/2010, i VFI (ed anche i volontari in rafferma annuale) potranno partecipare ai concorsi per il reclutamento dei volontari in ferma prefissata triennale (VFT), se in servizio da almeno ventiquattro mesi o in congedo da non oltre dodici mesi

Vengono quindi archiviate le categorie di VFP1 e VFP4 che per molti anni hanno caratterizzato l’arruolamento dei volontari di truppa.

Attendiamo di seguire gli sviluppi di queste novità normative.

Folgore!

LINK DI INTERESSE:

https://www.esercito.difesa.it/comunicazione/Pagine/Nuovi-Concorsi-per-l’Esercito.aspx

 

IL GEN. C.A. CARMINE MASIELLO SOTTOSCRIVE PER L’ITALIA IL PROGETTO “NATO SPACE COE”

Firmato mercoledì 18 gennaio, a Parigi, l’Operational Memorandum of Understanding (Op. MoU) per la costituzione del NATO Space COE.

La notizia è per il sodalizio di particolare interesse perché a firmare per il nostro paese era presente un paracadutista, ossia il Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa, Generale di Corpo d’Armata Carmine Masiello, che nella sua brillantissima carriera (tutt’altro che conclusa), è stato anche Comandante della Brigata Paracadutisti Folgore.

Il NATO Space Centre of Excellence (COE) è una istituzione dedicata al dominio spaziale.

Nel comunicato del Ministero della Difesa (si veda il link in calce), si legge che “Il progetto del NATO Space COE prevede lo sviluppo di competenze in materia di Space Support Operation (SSO), Space Domain Awareness (SDA) e Space Domain Coordination (SDC). Il documento firmato oggi delinea le disposizioni e gli obblighi attinenti il funzionamento, il finanziamento, il personale, le infrastrutture, il supporto amministrativo e logistico che regoleranno la vita del Centro“.

La comunità dei paracadutisti è orgogliosa che la rappresentanza dell’Italia in una così importante occasione, sia affidata ad un Aquila 1.

Folgore!

LINK DI INTERESSE:

https://www.difesa.it/SMD_/Eventi/Pagine/SPAZIO_firmato_il_Documento_che_istituisce_il_Centro_Eccellenza_NATO.aspx

https://www.difesaonline.it/news-forze-armate/spazio/spazio-firmato-il-documento-che-istituisce-il-centro-eccellenza-nato

 

E’ MORTO IL GEN. C.A. ANTONIO MILANI

E’ morto il Generale di C.A. Antonio Milani, presso la sua abitazione in Livorno.

Presidente Onorario della Sezione ANPDI di Livorno, seguiva con attenzione tutte le attività associative, informandosi spesso sulla situazione generale e dispensando consigli sempre utili, perché irrorati da un profondo amore per la Specialità e da un esemplare spirito di servizio nei confronti di tutti. Il Generale è noto a tutta l’associazione oltre che per il suo vissuto in servizio, anche per la realizzazione di pregevoli pubblicazioni associative per ripercorrere e tramandare la memoria delle nostre aviotruppe, con particolare riferimento a quelle del dopoguerra.

Nato a Casorate Sempione in Provincia di Varese il 17 agosto 1931, Antonio Milani è diventato sottotenente il 21 dicembre 1955. Ha percorso tutte le impegnative tappe previste per gli Ufficiali di Stato Maggiore, frequentando l’89esimo corso di stato maggiore della scuola di guerra e il 15/mo corso di stato maggiore interforze. Pilota osservatore, ha frequentato il corso di stato maggiore dell’esercito francese e il joint warfare course ed il royal college of defence studies inglese.

Il Generale Milani aveva avuto uno splendido cursus honorum, in un’epoca nella quale non erano molti i paracadutisti a “fare carriera”. La sua vita è stata sempre all’ombra della Folgore, fino al punto di stabilirsi nella città labronica a fine servizio nella quale aveva vissuto le sue esperienze di Ufficiale inferiore e di 12° Comandante del 2° battaglione paracadutisti. Ma era, appunto, un Ufficiale di elevatissimo livello e per questo fu anche alla testa della nostra Brigata Folgore dal 1983 al 1986, in un periodo storico nel quale la Brigata da poco reduce dal primo impiego fuori area nazionale in Libano, si affermava in ambito nazionale come strumento operativo unico per importanza e capacità operative.

Successivamente è stato, dal 1986 al 1988, Capo Ufficio Generale del Capo di SMD e, dal 1988 al 1989, Comandante della Zona Militare di Livorno. Promosso Generale di Corpo d’Armata, ha ricoperto, dal 27 marzo 1990 al 4 febbraio 1993, l’incarico di Sottocapo di Stato Maggiore per il supporto a Shape, l’HQ della Nato a Mons (Belgio) per essere infine nominato Vice Comandante in capo delle Forze alleate del sud Europa.

Una volta in quiescenza non ha smesso di sentirsi impegnato per la Specialità e le Forze Armate. Indimenticabile la sua partecipazione, assieme al compianto Generale Dario Orrù e al Generale Giovanni Giostra, alla realizzazione di pregevoli pubblicazioni storiche sulla Specialità con particolare riferimento alla rinascita della Folgore nel dopoguerra.

Chi scrive lo ricorda, in particolare e con grande affetto, per la vicinanza sempre dimostrata a lui e all’Associazione, ma anche per l’umanità con la quale come Aquila 1 si rapportava con i nostri paracadutisti. Ricordo in particolare un momento della mia vita quando, dopo il rientro dal Libano dove ero stato impiegato coma Comandante del Reparto Incursori, ero stato posto al comando della 4^ compagnia Falchi. Lui, Comandante della Brigata, effettuava frequenti visite in caserma e soprattutto in addestramento, spesso accompagnato dal suo Capo di Stato Maggiore Ten.Col.Monticone. Mi rimase impressa in particolare la facilità con la quale nel chiedere ai ragazzi di dove venissero riuscisse sempre a sorprenderli con un commento, con una battuta o un ricordo riferito alle loro località di origine, mettendo tutti a proprio agio e facendoli sentire al centro della sua attenzione.

Era un vero gentiluomo, cordiale, misurato nel tratto e sempre correttissimo.

L’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia non lo dimenticherà.

Signor Generale Milani, a Dio!

Folgore!

Gen. C.A. (Ris.) Marco Bertolini

CENTRO STUDI: CARTOLINE DALLA STORIA

(a cura del Prof. Federico Ciavattone, Direttore del Centro Studi di Storia del Paracadutismo Militare Italiano dell’ANPdI)

LINK ALLA PAGINA DEL CENTRO STUDI DI STORIA DEL PARACADUTISMO MILITARE ITALIANO DELL’ANPdI:

https://assopar.it/centro-studi-di-storia-del-paracadutismo-militare-italiano/

ALTRI ARTICOLI SULLE ATTIVITA’ DEL CENTRO STUDI DI STORIA DEL PARACADUTISMO MILITARE ITALIANO DELL’ANPdI:

7 GENNAIO 2023: 80° ANNIVERSARIO DELLA “CAMPAGNA DI SICILIA”: AVVIATI I PREPARATIVI

https://assopar.it/2022/12/31/commemorato-il-capitano-paracadutista-mavm-sergio-marini/

31 DICEMBRE 2022: COMMEMORATO IL CAPITANO PARACADUTISTA MAVM SERGIO MARINI

https://assopar.it/2022/12/31/commemorato-il-capitano-paracadutista-mavm-sergio-marini/

 

RADUNO NAZIONALE 2023 AD ASTI #4 – COMUNICATI UFFICIALI DEL 15/01/2023 E DEL 26/12/2022

29° Raduno Nazionale ANPd’I ad Asti: nuovi comunicati dell’organizzazione in vista del 23, 24 e 25 giugno 2023.

Comunicato ufficiale 15 gennaio 2023:

Il percorso di avvicinamento al Raduno Nazionale inizia con una giornata che prevede un convegno sul “Paracadutismo militare nella storia” dedicata agli istituti scolastici che parteciperanno al Concorso scolastico previsto nel programma della manifestazione.

Comunicato ufficiale 26 dicembre 2022:

L’ordine di sfilamento comincia a prendere forma

https://www.29radunonazionaleanpdi.it/ordine-di-sfilamento.html?fbclid=IwAR2Fi_LcDdb634kjonk573lvEWlpfGYkP5QoVsV6eoSSAs_ETaMLcnc5vUs

 

CONTATTI DELL’ORGANIZZAZIONE RADUNO:

sito web: https://www.29radunonazionaleanpdi.it

Email: 29radunonazionaleparacadutisti@gmail.com

Pec: 29radunonazionale@pec.it

Facebook: https://www.facebook.com/profile.php?id=100086646464726

Istagram: 29radunonazionaleparacadutisti

 

ALTRI ARTICOLI SUL RADUNO:

23 DICEMBRE 2022: RADUNO NAZIONALE 2023 AD ASTI #3 – COMUNICATI UFFICIALI DEL 21 E 23 DICEMBRE
https://assopar.it/2022/12/23/raduno-nazionale-2023-ad-asti-2-comunicato-ufficiale-del-21-dicembre/

17 DICEMBRE 2022: RADUNO NAZIONALE 2023 AD ASTI #2 – COMUNICATI UFFICIALI DEL 9 E 16 DICEMBRE
https://assopar.it/2022/12/17/raduno-nazionale-2023-ad-asti-2-comunicati-ufficiali-del-9-e-16-dicembre/

14 DICEMBRE 2022: RADUNO NAZIONALE 2023 AD ASTI #1 – ASTI CI ASPETTA!
https://assopar.it/2022/12/14/raduno-nazionale-2023-ad-asti-1-asti-ci-aspetta/

ACCADEMIA DI MODENA: INDETTO IL CONCORSO PER L’A.A. 2023-2024

Scade l’11 febbraio 2023 il termine per proporre domanda di partecipazione al concorso per l’ammissione di 146 Allievi al primo anno dell’Accademia Militare di Modena.

L’Accademia Militare di Modena, che attualmente è comandata dal Generale di Divisione Davide SCALABRIN, è l’Istituto deputato alla Formazione dei futuri Ufficiali in servizio permanente dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri.

Per le varie Armi dell’Esercito i Corsi sono di durata triennale. 

Il Corso di studi è finalizzato a far acquisire agli allievi le competenze, nonché i valori etici e morali per poter essere cittadini esemplari e comandanti responsabili.

Durante il secondo anno è previsto il corso di aviolancio con paracadute ad apertura vincolata (durata circa 4 settimane) svolto presso il Centro Addestramento di Paracadutismo di Pisa (CAPAR).

Folgore!

LINK DI INTERESSE:

https://www.esercito.difesa.it/concorsi-e-arruolamenti/Pagine/Il-Paracadutista.aspx

https://concorsi.difesa.it/ei/accademia/2023/Pagine/home.aspx

https://concorsi.difesa.it/ei/accademia/2023/Documents/Bando%20Accademia%20EI%202023.pdf

L’ATTENZIONE DEL CAI NEI CONFRONTI DEI PARACADUTISTI CADUTI NELLO SCONTRO SULLO ZILLASTRO

(a cura del par. Pino Perrone, Consigliere Nazionale del X° Gruppo Regionale A.N.P.d’I.).

Il Sentiero Italia è un progetto del CAI portato avanti da diversi anni per collegare attraverso i suoi oltre 7000 km, tutte le regioni italiane, con il fascino, la bellezza e le tradizioni dei loro territori interni.

Dopo aver attraversato Sardegna e Sicilia il Sentiero Italia approda in continente e nella V^ tappa , da Zervò a Trepitò, passa nei Piani dello Zillastro proprio dove si trova il monumento eretto su iniziativa del Gen. Par. Franco Monticone e dell’Amministrazione Comunale di Oppido Mamertina e che ricorda i Paracadutisti caduti all’alba dell’otto Settembre 1943, nell’ultimo scontro del Regio Esercito Italiano (400 Paracadutisti del 185° Reggimento Nembo, VIII Battaglione) contro preponderanti forze canadesi in capo ai Reggimenti Edmonton e Nuova Scozia .

A fianco del Monumento, una palina in legno segna il punto con il nome del luogo, la quota altimetrica, la distanza e il tempo necessario per raggiungere le tappe più prossime.

Il 3° volume “Sentiero Italia CAI”, descrive le tappe che attraversano Calabria, Basilicata e Campania. Al suo interno, da pag. 100 a pag. 105 racconta il cammino che si compie nella V tappa, attraverso vetusti boschi, corsi d’acqua, campi coltivati, strutture forestali e località dove la storia ha voluto lasciare il segno.

Una nota cita lo Scontro dello Zillastro e alcune foto fermano le immagini sul Monumento ai Caduti del 185° Paracadutisti Nembo.

Par. Pino Perrone
Consigliere Nazionale del X° Gruppo Regionale A.N.P.d’I.

 

LINK DI APPROFONDIMENTO SULLO ZILLASTRO:

https://sentieroitalia.cai.it/in-calabria-sul-sentiero-italia-cai-ricordando-i-paracadutisti-della-nembo/

https://www.combattentiereduci.it/notizie/l-8-settembre-1943-e-la-battaglia-dimenticata-piano-dello-zillastro1

https://www.historiaregni.it/la-battaglia-dello-zillastro/

NOTIZIE DALLE SEZIONI:

#0008 – 05/01/2023 – SEZ. TRADATE
https://assopar.it/2023/01/05/notizie-dalle-sezioni-8-sez-tradate/

#0007 – 22/12/2022 – SEZ. BERICA – NUCLEO ARCUGNANO
https://assopar.it/2022/12/22/notizie-dalle-sezioni-7-sez-berica-nucleo-arcugnano/

#0006 – 21/12/2022 – SEZ. MANTOVA
https://assopar.it/2022/12/21/notizie-dalle-sezioni-6-sez-mantova/

#0005 – 17/12/2022 – SEZ. VALLECAMONICA
https://assopar.it/2022/12/17/notizie-dalle-sezioni-5-sez-vallecamonica/

#0004 – 17/12/2022 – SEZ. REGGIO CALABRIA
https://assopar.it/2022/12/17/notizie-dalle-sezioni-4-sez-reggio-calabria/

#0003 – 17/12/2022 – SEZ. BASSANO DEL GRAPPA
https://assopar.it/2022/12/17/notizie-dalle-sezioni-3-sez-bassano-del-grappa/

#0002 – 17/12/2022 – SEZ. VENEZIA
https://assopar.it/2022/12/17/notizie-dalle-sezioni-2-sez-venezia/

#0001 – 14/12/2022 – SEZ. LODI
https://assopar.it/2022/12/14/notizie-dalle-sezioni-1-sez-lodi/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi