COMUNICATO DEL PRESIDENTE NAZIONALE

Cinque operatori delle nostre Forze Speciali, due del 9°rgt.d’assalto par. Col Moschin e tre del COMSUBIN, sono stati investiti ieri dall’esplosione di una IED nella Regione Autonoma del Kurdistan Irakeno. Nonostante le condizioni gravi di alcuni di loro, nessuno pare in imminente pericolo di vita, anche se porteranno per sempre nella carne i segni tangibili  e profondi del loro impegno. A loro, alle loro famiglie, alle Forze Armate ed alle loro unità va la solidarietà di tutti i paracadutisti dell’ANPDI. L’evento, che si inquadra nel pluriennale impegno delle nostre unità nelle aree più delicate del nostro spicchio di mondo, ci riporta ai dolorosi eventi che hanno funestato le nostre operazioni in Iraq, Afghanistan, Somalia e Libano riaccendendo dolori mai dimenticati e riportandoci alla mente situazioni drammatiche incise profondamente nelle pagine della nostra storia recente. Soprattutto, l’evento ci ricorda che mentre molti, sul territorio nazionale, sembrano impegnati soprattutto a sbarazzarsi della nostra identità e sovranità nazionale, molti soldati continuano ad onorare gli impegni del loro giuramento, spendendosi personalmente per l’onore di tutti noi.  Prendiamola come una lezione. Impariamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.